Lien 
vers le site de l'ENS
ÉCOLE NORMALE SUPÉRIEUREPARIS
Lien vers l'accueil
lancer la recherche

» Conférences d’après mars 2011 : nouveau site

2651

Les chantiers de construction en Italie et dans les provinces romaines – III. L’économie des chantiers

< précédent | suivant >

Rispetto ed abusi dell’edilizia privata nei confronti dello spazio pubblico urbano. Fonti letterarie, giuridiche ed un caso di studio : Ostia
Marcello Spanu (Università degli Studi della Tuscia)

10 décembre 2009

(Session 1. Encadrement et temps des chantiers, modérateur : Janet Delaine, University of Oxford)
Nella storia della città il rapporto tra lo spazio pubblico e l’intraprendenza costruttiva dei privati è sempre stato particolarmente delicato. Anche in casi severamente regolamentati (come fu la città romana), il controllo delle autorità preposte talvolta non venne esercitato in modo capillare, lasciando la possibilità per costruzioni illecite. Spesso l’integrità dello spazio pubblico venne recuperata, ma in alcuni casi edifici privati realizzati “senza permesso” ebbero modo di vivere, lasciando una traccia visibile di questi abusi. Dopo aver esaminato il concetto di spazio pubblico nella città romana, si propone un confronto tra i testi giuridici inerenti ed alcune evidenze archeologiche particolarmente significative, cui seguirà una rassegna di documenti epigrafici sul rispetto e sugli abusi dell’edilizia privata nei confronti dello spazio pubblico urbano. Come caso di studio, infine, verrà presa in esame Ostia, al fine di valutare il livello di rispetto, la natura e l’impatto di eventuali abusi per una città di media estensione nel periodo imperiale.

Écouter
pictogrammeformat audio mp3 - 20.68 Mo

Télécharger
pictogrammeFormat pdf - 56.87 Mo

Non disponible Marcello Spanu (Università degli Studi della Tuscia)

En savoir plus

Autres conférences

en archéologie et sciences de l’Antiquité