Lien 
vers le site de l'ENS
ÉCOLE NORMALE SUPÉRIEUREPARIS
Lien vers l'accueil
lancer la recherche

» Conférences d’après mars 2011 : nouveau site

1370

Colloque Daniel Arasse

< précédent | suivant >

Antonello da Messina nei dettagli
Bernard Aikema (univ. Vérone)

9 juin 2006

La conferenza propone una (ri)lettura di alcune opere di Antonello da Messina, generalmente considerato il paradimmatico "trait d’union" fra le Fiandre e l’Italia, nel Quattrocento. Analizzando e contestualizzando la struttura pittorica di alcune opere chiave dell’artista, a cui in questi giorni è stato dedicato una grande mostra retrospettiva a Roma, si scopre un rapporto più complesso di quanto finora è stato proposto dalla critica, che ha messo l’accento troppo unilateralmente sulle supposte innovazioni techniche di Antonello, tralasciando invece i mezzi e le finalità pittoriche da lui effettuati.

Écouter
pictogrammeformat audio mp3 (haut débit) - ??? (erreur acces)

Écouter
pictogrammeformat audio mp3 - ??? (erreur acces)

- Visualiser
- Télécharger
pictogrammeformat quicktime mov, vidéo à la demande

Télécharger
pictogrammeformat mp4, vidéo à télécharger - 96.28 Mo

Télécharger
pictogrammeformat windows media video - 71.95 Mo

Bernard Aikema Bernard Aikema (univ. Vérone)
Bernard Aikema, nato ad Amsterdam, è stato professore di storia dell’arte moderna alle Università di Nijmegen (Olanda) e Lovanio, nonchè guest professor a Princeton e Harvard. La sue ricerche si concentrano sull’arte veneta e sui problemi della dimensione europea del Rinascimento. E’ autore di numerosi saggi su una varietà di temi, che spaziano da Giorgione a Jacopo Bassano, da Pietro della Vecchia a Tiepolo, al disegno, alla questione della Riforma e l’arte, ai rapporti artistici fra l’Italia e i Paesi Bassi. Ha curato numerose mostre in Europa e negli Stati Uniti. E’ presidente del comitato scientifico della Fondazione Tiziano e direttore della rivista "Studi Tizianeschi". Da presidente del Comitato Olandese per la salvaguardia di Venezia è attivamente coinvolto nell’attuale "problema Venezia".